fbpx

Harald Hauswald, reportage dalla DDR

Una coppia si bacia in un mare di Trabant, alcuni manifestanti sventolano i loro striscioni in Alexanderplatz a Berlino Est, uno sguardo li coglie al bar o alla fermata dell’autobus. È l’obiettivo di Harald Hauswald, fotografo tedesco protagonista di una interessante mostra alla C/O di Berlino.

“Il momento in cui il Muro è caduto è stato il momento più liberatorio della mia vita”, ha detto Hauswald in un’ intervista. Quel momento significava la fine di 12 anni di monitoraggio quotidiano della Stasi e la possibilità di vivere finalmente del suo lavoro. Co-fondatore dell’agenzia fotografica Ostkreuz, Hauswald è una delle figure tedesche di riferimento nella storia della fotografia.

Le sue immagini sono una testimonianza visiva della storia di una Germania divisa. Raccontano la monotonia e la lentezza della vita nella Germania dell’Est, offrendo uno sguardo personale che rivela la quotidianità di una Berlino Est in evoluzione, con gruppi di opposizione, artisti e sottoculture giovanili.

Harald Hauswald,
© Harald Hauswald, Eythra, near Leipzig, 1986

Hauswald stesso si è mosso in quei circoli, in una vera e propria ricerca antropologica in cui era partecipante e non semplice osservatore. Nei suoi reportage a Berlino Est e nei luoghi oscuri della Germania dell’Est negli anni Settanta e Ottanta, ha messo a nudo il vuoto interiore che si nascondeva dietro la facciata di uno stato grigio e autoritario.

La mostra è la prima retrospettiva di Hauswald.
Circa 250 fotografie scattate tra la fine degli anni Settanta e la metà degli anni Novanta, tra cui un gran numero di immagini inedite. Le sue immagini sono messe in dialogo con le tende del dossier che la polizia segreta della Germania dell’Est, la Stasi, ha conservato su di lui. Nessun altro fotografo della Germania Est è stato monitorato così da vicino.

© Harald Hauswald, Opening of the Brandenburg Gate, Mitte, Berlin, December 22, 1989

La mostra è curata da Felix Hoffmann (C/O Berlin) in collaborazione con Ute Mahler e Laura Benz (Ostkreuz). Il catalogo della mostra è a cura di Steidl Verlag.

Harald Hauswald, In Front of the Foreign Ministry of the GDR (now Schloßplatz), Mitte, Berlin, 1984

Harald Hauswald
Voll das Leben!
Retrospektive

Dal 12 settembre 2020 fino al 23 gennaio 2021

C/O Berlin Foundation

Amerika Haus
Hardenbergstraße 22–24
10623 Berlin
co-berlin.org

cover ph. Harald Hauswald, Concert of Big Country, Radrenn- bahn, Weißensee, Berlin, 1988

HARALD HAUSWALD

Harald Hauswald (nato nel 1954 a Radebeul, Sassonia) è uno dei più eminenti fotografi della Germania dell’Est. Insieme a Sibylle Bergemann, Ute Mahler, Werner Mahler e altri, ha fondato l’agenzia OSTKREUZ – Agentur der Fotografen. A Berlino Est nel 1978, dall’inizio degli anni Ottanta ha pubblicato regolarmente dei saggi fotografici su periodici della Germania occidentale. Il suo lavoro è stato esposto in oltre 250 mostre personali in Germania, Stati Uniti, Francia, Italia, Olanda e altrove, ed è stato pubblicato in diverse pubblicazioni su Berlino Est e sulla vita quotidiana nella DDR. Vive e lavora a Berlino.